Stampante 3D in rete

In occasione dell’edizione lucchese del Linux Day 2013 ho presentato una possibile applicazione di Cosino alla stampa 3D, rendendo con un unica board la stampante RepRap I3 del Luccalug accessibile via rete.

Cosino

cosino

Cosino è un sistema embedded chiavi-in-mano(TM). Nato per semplificare al massimo lo sviluppo di nuovi prototipi, viene venduto con preinstallata Debian/Wheezy.  Un sistema Debian/Linux permette infatti di sviluppare applicazioni, anche complesse, basandosi su delle librerie ed applicazioni già presenti nel sistema o mediante script.

Il concetto di Cosino è semplice: un modulo di base che mantiene il cuore del sistema e poi una serie di estensioni che permettono di avere tutte le periferiche di cui abbiamo bisogno.

In sintesi è possibile usare tutto il software e l’hardware Arduino Mega 2560 e, in più, avere accanto un sistema Debian GNU/Linux pronto all’uso. Quindi, ad esempio, se la nostra applicazione Arduino aveva bisogno di un PC esterno per funzionare, ora la possiamo portare tutta all’interno di un’unica macchina che consuma meno di 3 Watt senza utilizzare un ulteriore hardware come il Raspberry.

Con Cosino si possono evitare i costosi shield per aggiungere il supporto LAN, WiFi, USB o sdcard al sistema Arduino, la connettività e la memorizzazione vengono date dalla parte Linux senza consumare le risorse della CPU del Mega 2560.

mega_2560La versione di Cosino con estensione Mega 2560 ha a bordo:

  • CPU Atmel AT91sam9G35 (400MHz)
  • 128MB RAM DDR2
  • 1 console seriale via connettore USB device
  • 1 porta ethernet 10/100
  • 1 porta USB host e 1 port USB device
  • 1 slot microSD
  • 1 UARTs RS485.
  • 1 USB host (full speed), 4 ADC, 4 PWM, 8 GPIO, 1 prta seriale, I2C, SPI (su connettore di espansione).
  • 1 sistema Arduino Mega 2560-Compatible

Utilizzando l’estensione mega 2560 che permette di avere a dispozione un arduino mega è stato possibile collegare la diffusa scheda di controllo per la stampa 3D RAMPS.

OctoPrint

logo-octoOctoprint è un software di stampa scritto in python che permette di controllare la propria stampante tramite un interfaccia web.  Quest’ultima caratteristica permmette di controllare la propria stampante attraverso un qualsiasi dispositivo connesso alla propria rete locale o se opportunamente configurato attraverso  internet. Al fine di raggiungere questo obiettivo, OctoPrint fa un uso massiccio delle più moderne  tecnologie web come AJAX e HTML5.

OctoPrint è stato sviluppato per essere eseguito su piccoli dispositivi embedded come ad esempio il popolare RaspberryPI e puo essere facilmente installato anche all’interno di Cosino.

Cosino si occupa di eseguire OctoPrint e di comunicare con l’arduino contenuto sulla shield che gestisce la stampante.

cosino-i3

Nelle prossime settimane pubblicherò un articolo più tecnico sulla procedura di configurazione.

Dall’idea alla materia

Pubblico in questo post le slide che ho realizzato per l’evento organizzato da Multiverso presso il Polo Tecnogico lucchese: ”Stampare tutto, Stampare tutti”

Il workshop aveva l’obiettivo di mostrare cosa è e come è costruita una stampante 3D open Hardware a basso costo e  come, in pochi passi, si possa passare da un disegno ad un oggetto reale.

Le stampanti 3D sono sempre più diffuse ed utilizzate per la prototipazione rapida e per le auto-produzioni di “artigianato digitale”, e sono una reale opportunità per progettisti e piccoli imprenditori.

Il mio intervento in qualità di presidente dell’associazione Luccalug, che in queste settimane sta costruendo una Prusa I3, ha avuto l’obbiettivo di chiarire in modo divulgativo le componenti hardware e software che compongono il mondo RepRap.

http://slid.es/luk156/dall-idea-alla-materia/embed

Serata a tema – Openscad, disegnare in 3d programmando!

Lunedì 10 dicebre 2012, per Pillole di Free Software, serata dedicata a OpenSCAD presso il Luccalug

pillole_opescadHo già parlato in un altro post di opensc
ad, software che ho utilizzato per modellare diversi oggetti poi stampati in 3D

Durante la serata illustrerò ai partecipanti i principi della modellazione CSG modellando un semplice anemometro. Esso dovrà però essere completamnete parametrico: dovremo essere in grado cioè di stabilire a posteriori il numero di pale, la loro grandezza o la robustezza dei supporti.

corso base arduino 2012 – Lucca

Il corso

Con arduino è possibile realizzare progetti di domotica o automazione in generale. Può essere utilizzato per controllare le luci di casa così come come l’impianto di irrigazione o un robot.

Le caratteristiche principali che distinguono questa scheda sono il suo prezzo contenuto e la semplicità con cui è possibile programmarla, per questo ha conquistato il cuore di tantissimi, hobbisti ma anche artisti e artigiani.

Programma

  • Introduzione alla programmazione su Arduino
  • Circuiti elementari
  • Acquisire segnali digitali
  • Acquisire segnali analogici
  • I sensori, introduzione ed esempi
  • Utilizzare sensori digitali ed analogici
  • Controllare led ed attuatori

Costo e orari

CORSO COMPLETO – ISCRIZIONI CHIUSE

Destinatari

Il corso è rivolto alle persone che per hobby, studio o interesse professionale sono appassionati di elettronica, domotica, automazione, informatica e robotica

Obbiettivi

Essere in grado di realizzare in autonomia semplici progetti:

  • dalla scelta e reperimento dei componenti;
  • alla ricerca di documentazione;
  • allo sviluppo del software;
  • fino alla realizzazione del prototipo;